Il mio laboratorio si trova a Rutigliano, paese del sud-est barese distante circa 20 km da Bari, noto ai più come "Città dell'Uva", famoso però per la produzione artigianale dei "Fischietti in Terracotta". La fiera del Fischietto in terracotta di Rutigliano si tiene ogni 17 gennaio in occasione della festa liturgica di Sant'Antonio Abate.

L’arte del rielaborare manufatti in ceramica o in terracotta ha profonde radici storiche e culturali. Infatti, diversi corredi funerari recuperati nel tempo, in parecchie circostanze includevano svariati artefatti, raffiguranti nella maggior parte dei casi animali ma anche maschere ironico-grottesche ispirate ad un genere teatrale sviluppatosi in Magna Grecia tra il IV e il III secolo a.C., chiamato "Farsa Fliacica".

Nella tradizione più profonda si narra che i Fischietti in Terracotta rappresentassero veri e propri strumenti magici, l'artigiano, elargendo loro forma "dispensava" nuova vita e col suo alito si contrapponeva figurativamente al Creatore degli uomini, da qui le fattezze di animali sacri o divinità che da ispiratori di protezione e saggezza, auspicavano le sorti dell’intera umanità. Il fischietto, non era solo un oggetto, possedeva un importante valore alchemico, veniva perciò impiegato la dove giacevano storpi e malati, per trasmettere loro sollievo, profondere forza e rimembrare le prodi, le solerti gesta delle tanto agognate figure mitologiche.

Curioso?

Ti aspetto nel centro storico di Rutigliano:

in via S. Giuseppe n.1 nei pressi di Piazza Colamussi



Area Riservata